Category Archives: Esposizioni Via della Cervia 19

Afrodite-minozzi-livin_art

Aphrodyte’s Room

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Serie EMERSIONI di Marco Minozzi
Aphrodyte’s Room” olio su tela cm 60×50
Aphrodythe’s Room attinge al periodo maggiormente “rembrantiano” dell’autore che, nel celebrare la donna, (rappresentando la dea greca Aphrodyte dai connotati fortemente simbolici), unisce nello stile classicità ed elementi di assoluta contemporaneità che afferiscono a richiami onirici o addirittura del subconscio. Un cortocircuito fra passato e presente da cui nasce il concetto di “Emersione”.
La stanza di Afrodite trasporta l’immaginazione verso il passato, pur mantenendo uno stretto contatto con la realtà ed il linguaggio dell’uomo contemporaneo.
Spazio Espositivo Livin’art Via della Cervia, 19 Lucca
3 – 31 Gennaio su appuntamento
Aggiornamenti online
Per qualsiasi informazione, richiesta contattaci. Puoi scaricare il  Catalogo Emersioni Marco Minozzi Livin_art corredato da una nota critica di Raphy Sarkissian, docennte presso la Scholl of Visual Art di New York.
emersioni-minozzi-livin_art

Rewind Infinity e Matrix, opere ad olio su tela di Marco Minozzi

emersioni-minozzi-livin_art

Ciclo Emersioni di Marco Minozzi 
Spazio Espositivo Livin’art 3 – 31 Gennaio 2021 (su appuntamento)
“Rewind Infinity” olio su tela cm 70×100 e “Matrix” olio su tela cm 80×60
Figure umane, animali, vegetali, e l’uovo come quasi astratto simbolo di rinascita. Vi è tutto un universo.
Opere che ci colgono per la loro totalità espressiva e simbolica umanità. I colori, come scabri, derivano da una sapiente complessità di azione su tela.
Idee ed immagini che emergono verso di noi, e dentro di noi. www.livinart.it/it/marco-minozzi
Se sei interessato al catalogo del Ciclo Emersioni puoi scaricarlo  in formato pdf Catalogo Emersioni Marco Minozzi Livin_art
EMERSIONI

“Idee, abbozzi di pensiero, l’uovo come simbolo di vita e rinascita, misteriosi alfabeti vengono inglobati in contestisemiastratti e monocromatici che appaiono in un oscurità densa e totalizzante.”

Per qualsiasi richiesta e/o informazione contattaci

 

Copia di Three houses

Lettere, parole, segni e tracce fanno parte delle opere di Marco Minozzi

Lettere, parole, segni e tracce appaiono in modo ricorrente nei dipinti di Marco Minozzi. Elementi che arricchiscono le opere, portando mistero insieme ad un senso di libertà interpretativa. Inoltre hanno il potere di mettere in gioco e a nudo, l’interiorità, il subconscio, dell’autore.
Un esempio sono le tre opere qui sotto:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Three Houses olio su tela m 60×50 – Three Figures cm 80×60 – Rewind Infinity cm 70×100
Abbiamo chiesto all’autore una riflessione in merito, queste le sue parole:
“I segni, le lettere o i numeri sono simboli, alfabeti misteriosi che hanno solo la funzione di evocare in parte il nostro linguaggio, la nostra memoria, la secolare comunicazione che si fa pittura.
Non ha importanza il significato di questi segni alfanumerici, importa piuttosto la loro funzione evocatrice, è l’insieme del tutto che si fa anche peecezione.
Una sorta di icona dei nostri linguaggi universali e millenari.”
Marco Minozzi
Le tre opere fanno parte del Ciclo Emersioni, una significativa produzione artistica di Marco Minozzi, al centro della quale idee, abbozzi di pensiero, l’uovo come simbolo di vita e rinascita, misteriosi alfabeti vengono inglobati in contesti semiastratti e monocromatici che appaiono in un oscurità densa e totalizzante.
9 opere di questa serie sono esposte presso Lo Spazio Espositivo Livin’art in Lucca dal 3 al 31 Gennaio, ed in modo permanente sulla nostra Galleria online www.livinart.it/it/marco-minozzi
Acquistare con Livin’art è facile e sicuro, per qualsiasi richiesta e/o informazione contattaci.
Laura Guadagnucci, coordinatrice Livin’art – Arte da Vivere

Fragments and Aphrodyte’s Room by Marco Minozzi

EMERSIONI opere ad olio su tela di Marco Minozzi
Spazio Espositivo Livin’art Via della Cervia, 19 – Lucca – 3/31 Gennaio 2021
su appuntamento, aggiornamenti online
Fragments 2 cm 80×60
Frammenti di memoria che si ricompongono sulla tela, non una narrazione logica né certa quanto probabili emersioni artistiche e mentali che lasciano lo spettatore libero verso un coinvolgimento personalizzato.
Aphrodyte’s Room cm 60×50
Aphrodithe’s room attinge al periodo maggiormente “rembrantiano” dell’autore che, nel celebrare la donna, unisce nello stile classicità ed elementi di contemporaneità. Un cortocircuito fra
passato e presente che da cui nasce il concetto di “Emersione”.
Conosci l’autore e le sue opere sul nostro portale d’arte Livin’art: Marco Minozzi – Livin’art
Per qualsiasi richiesta e/o informazione contattaci.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rewind Infinity

Serie “EMERSIONI” di Marco Minozzi

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

GENNAIO 2021

SPAZIO ESPOSITIVO LIVIN’ART

VIA DELLA CERVIA, 19 LUCCA

Marco Minozzi vive e lavora a Firenze da molti anni. E’ nato a Roma dove ha trascorso parte della sua crescita e formazione artistica.
Si impadronisce della tecnica dell’olio su tela attraverso un continuo lavoro di copia degli antichi maestri del 500 e 600 sotto la guida di un maestro, acquisendo nello stesso tempo i segreti riguardanti la preparazione dei colori, dei metodi e dei materiali della tecnica pittorica.

Ha poi affinato le sue abilità nella figurazione, nell’astrazione parziale fino a includere la figura umana all’interno di ambientazioni astratte, circondate da forme emblematiche che innescano inevitabilmente la percezione dello spettatore, come tipicamente si osserva nella Serie Emersioni che qui presentiamo.

info artedavivere@livinart.it

 

Il Paesaggio Contemporaneo Urbano ad olio su tela

Per la seconda volta, ed è stato un grande piacere, l’artista Marco Minozzi ha esposto le sue opere presso lo Spazio Espositivo Livin’art in Lucca dal 17 al 30 Marzo 2019

A distanza di circa un anno dalla mostra precedente si è aperta la nuova esposizione: “Contemporaneo Urbano, 14 pitture ad olio su tela”, tutte le opere in mostra rimangono visibili e disponibili per la vendita sulla galleria d’arte online Livin’art.

Un anno di lavoro , di ricerca ed evoluzione. Le opere di questa nuova interessantissima serie si propongono con una nuova definizione e colori differenti da quelle dello scorso anno (Infinity Landscape). Di pari ed elevato livello artistico e di stile le due Serie offrono soluzioni espressive diverse che evidentemente derivano da più interpretazioni dell’autore sul tema che da qualche anno è suo motore produttivo: il paesaggio urbano.

In particolare , nella Serie Contemporaneo Urbano è evidente l’intento di mostrare l’urbanizzazione del paesaggio, allontanandosi più spesso che in Infinity Landscape da un’idea astratta e immaginaria di realtà.

Infatti in Contemporaneo Urbano i particolari diventano fulcro di osservazione ed identificazione, i colori vogliono essere più vicini alla realtà a suscitare un’impressione più aderente alla vita di questi luoghi un po’ isolati e un po’ sperduti . L’osservatore è quindi “inserito” in un paesaggio noto ma pur sempre spunto di ricerca introspettiva.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Emblematica e molto interessante questa frase, tratta da una critica del Professor Raphy Sarkissian, insegnante presso la “School of Visual Art” in New York e affezionato estimatore di Marco Minozzi e delle sue opere

“La poetica pittorica di Marco Minozzi mette in evidenza l’andar parallelo della desolazione dell’industrializzazione con la continuità implicita della vita.”

La Serie Contemporaneo Urbano sono opere di grande fascino e suggestione oltre che di  elevato valore artistico / pittorico. Ecco alcune delle opere esposte:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Qua vediamo Marco Minozzi il giorno dell’inaugurazione insieme all’artista e critico d’arte John Vander mentre parlano dei nuovi paesaggi urbani.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

E’ importante ricordare che Marco Minozzi (Roma 1962) è all’eta’ di 14 anni che inizia lo studio autodidatta del disegno, della figura e della prospettiva, che lo impegnerà per molti anni. Successivamente approderà alla tecnica dell’olio su tela che approfondirà attraverso un continuo lavoro di copia degli antichi maestri del 500 e 600 sotto la guida di un restauratore e impadronendosi, nello stesso tempo, dei segreti riguardanti la preparazione dei colori, i metodi e i materiali della tecnica pittorica. Intorno al 1992-1993 inizia le prime esposizioni collettive a Roma.

Nel 2002 comincia ad affrontare l’ambito contemporaneo essendo finalmente giunto il momento di superare i vecchi modelli e lasciar fluire un nuovo modo di intendere il paesaggio urbano e misurandosi con nuove forme contemporanee che racchiudessero tutte le esperienze passate.

Nella nuova visione narrativa sono presenti tutte le esperienze vissute dall’artista: il colore rembrandtiano, una elaborata archeologia industriale, il realismo americano. Attualmente, la profonda ambizione dell’autore è la realizzazione di un archetipo di paesaggio e la costruzione di una nuova idea di paesaggio urbano.

Allo Spazio Espositivo Livin’art succedono sempre cose molto interessanti!

Per approfondire e vedere di nuovo tutte le opere:

Marco Minozzi, Contemporaneo Urbano

Fai entrare l’arte nella tua vita, scegli le tue emozioni, investi nella bellezza dell’arte. Acquistare con Livin’art è facile e sicuro.

Laura Guadagnucci – coordinatrice Livin’art Arte da Vivere

laura-guadagnucci-contemporaneo-urbano-livin_art

 

 

La Natività nelle grandi tele di Vander

John Vander è un noto pittore statunitense dello Stato del Maine che, ormai da 25 anni, trascorre sei mesi all’anno della sua vita in Italia (per la precisione nella campagna lucchese).

John-Vander-2

John Vander al Museo Marino Marini di Pistoia con le opere della Serie NATIVITA’

Oltre ad essere eclettico artista gestisce, insieme alla moglie Karen, una galleria d’arte nella città di Boothbay Harbor. La sua vita è quindi pervasa dall’arte: la sua e quella di tutti gli altri artisti con cui è entrato in contatto.

Livin’art ha avuto l’onore di ospitare per una mostra dal titolo NATIVITA’, nello Spazio Espositivo di Via della Cervia in Lucca; un gruppo di 8 opere che fanno parte di un insieme di 14 opere relative ad un importante Progetto artistico / creativo  richiesto all’autore nel 2016 da parte del Museo Nazionale Marino Marino di Pistoia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si tratta di opere accomunate dal tema della Spiritualità o, più precisamente, della Natività. Infatti furono richieste per essere esposte in tale Museo durante le festività natalizie 2015 /2016.

L’approccio di Vander a questa tematica è molto interessante: non ha ricercato una rappresentazione classica, iconografica – essendo lui artista che predilige la ricerca  in un ambito per lo più astratto – ha bensì trovato un’espressione più generale e personalizzata del tema.

Ecco allora che la scelta si e diretta verso dimensioni molto grandi delle tele, a rappresentare la grandiosità del tema.

In tutte le tele è evidente le peculiarità dell’artista: la ricerca del colore, un tratto molto gestuale e la rappresentazione della luce (il giallo Vander) metafora della spiritualità.

“Ho iniziato a lavorare a questi dipinti come fosse una “meditazione sulla natività”.

Ho scoperto, mentre dipingevo, che dovevo concentrarmi sulla luce.

Luce nella stagione più buia. Non solo stagione naturale dell’anno, il solstizio d’inverno, ma anche luce spirituale. Luce come speranza e redenzione. Pace. ” J.V.

L’autore ha raccontato che man mano che procedeva alla realizzazione delle tele queste assumevano un aspetto via via più definito, meno astratto, fino ad arrivare all’ultima tela che quasi rappresenta la classica capanna con i tre personaggi del presepe.

Una mostra molto interessante, un autore di grande valore: John Vander.

Tutte le opere esposte rimangono visibili ed in vendita sulla galleria d’arte on line Livin’art – Arte da Vivere

 

 

48391832_922846741242052_4148571733693038592_o

NATIVITA’ 29 dicembre/12 gennaio 2019

Spazio Espositivo Livin’art Via della Cervia, 19 Lucca

 

 

 

Laura Guadagnucci, coordinatrice Livin’art – Arte da Vivere

nativita-livin_art

 

 

La Fotografia incontra il Fantasy – II ediz.

FB-8-esposizione-fotografia

30 ottobre – 9 novembre 2018 Spazio Espositivo Livin’art Via della Cervia, 19 Lucca

La Fotografia incontra il Fantasy – II edizione Novel Fotografica di Fabrizio Arginetti

Durante il periodo COMICS & GAMES LUCCA una interessante esposizione fotografica ha occupato i locali dello Spazio Espositivo Livin’art. Non poteva esserci occasione migliore per esibire in anteprima l’ultimo Progetto Fotografico a tema Fantasy del talentuoso fotografo bolognese Fabrizio Arginetti.

tw-15-arginetti-Serie Giovanna-livin_art

Una vera e propria Novel Fotografica dal titolo “GIOVANNA”, un nuovo concetto di Progetto Fotografico. In questo caso l’autore ha voluto raccontare per immagini e con il suo particolarissimo stile fotografico la vicenda della celeberrima  Giovanna D’arco, eterno paradigma della donna volitiva, forte e rivoluzionaria, che ancora oggi ci affascina e ci parla.

6-arginetti-Serie Giovanna © iccio.fa-12-livin_art-fotografia

Le 16 tavole fotografiche che compongono la Serie GIOVANNA sono stampate su Fine Art Paper Photo Rag Baryta della Hahnemuhle cotone 100%, ad edizione limitata di n.5 copie per ciascuna delle due dimensioni 40×60 e 30×45

Puoi vedere le 16 opere fotografiche su www.livinart.it

Fabrizio Arginetti ha creato una narrazione fotografica che affascina per la bellezza impeccabile delle immagini, dove la luce è protagonista insieme ad una attenta composizione.

4-arginetti-Serie Giovanna © iccio.fa-9-livin_art-fotografia

Il Progetto Fotografico, interamente realizzato in studio, è il risultato di una chiara competenza tecnica unita ad una originale creatività. Altri elementi non trascurabili per il successo del progetto sono la riuscita sinergia con le modelle protagoniste –  Beatrice Barducci (Giovanna) e Ilaria Zarri (la Principessa) – ed il lavoro artigianale della Sartoria  Leather & Velvet per gli abiti.

Le opere sono degli affascinanti quadri fotografici contemporanei, veri e propri oggetti di arredo, che ci parlano di un’epoca passata che ancora ci riguarda, con intensità e suggestione.

Tutte le opere esposte sono in vendita su Livin’art. Acquistare con Livin’art è facile e sicuro

12-arginetti-Serie Giovanna © iccio.fa-26-livin_art-fotografia

Tanti gli entusasti visitatori!

 

Laura Guadagnucci – coordinatrice Livin’art Arte da Vivere

tw-ambientazione-livin_art-fotografia

travegan-2-collettiva

“Something”, le forme ed i colori

Dal 16 al 29 settembre 2018 presso lo Spazio Espositivo Livin’art sono state in mostra numerose opere della Serie SOMETHING di Zeno Travegan.

Copia di locandina web something italiano

Una Serie dallo stile decisamente astratto, dove l’armonia fra le forme, le geometrie ed i colori fa di ciascuna opera un gradevole ed interessante invito ad un senso di equilibrio e serena riflessione.

something-travegan-livin_art-esposizione

Dalle parole dell’autore Zeno Travegan:

“Something è uno stato d’animo, il mio, non necessariamente definibile. Le forme ed i colori come sentimenti e ricerca di uno spazio per sublimare il presente. Un modo di respingere gran parte delle immagini che sono costretto a vedere tutti i giorni”.

Sono la scelta sapiente dei colori ed un originale utilizzo dello spazio, insieme alle geometrie maneggiate con creatività a rendere queste opere mai banali, e a far suscitare nuove curiosità.

Alcune delle opere fotografate …

Questo slideshow richiede JavaScript.

3 opere presenti nell’allestimento: Punto di Incontro, Gioia, Something Blue

esposizione-something-livin_art

Tutte le opere esposte sono in vendita sulla galleria online Livin’art 

Con Livin’art scopri opere di valore ed investi nell’arte che ti emoziona per soddisfare il tuo bisogno di bellezza e di originalità. Acquistare con Livin’art è facile e sicuro!

 

Laura Guadagnucci, coordinatrice Livin’art – Arte da Vivere

livin_art-esposizione-laura-guadagnucci.jpg

 

Esposizione Estate 2018 – Tra fotografia e pittura

Durante l’estate 2018 lo Spazio Espositivo Livin’art di Via della Cervia ha ospitato una interessante mostra dal titolo INSIDE LUCCA.

FB-brochure-inside-lucca-li

I due autori protagonisti dell’esposizione sono stati Alessandro Giuliani fotografo lucchese e John Vander pittore e gallerista statunitense che da più di 25 anni vive 6 mesi all’anno nella campagna lucchese.

Si è così creato un particolare connubio tra fotografia e pittura che ci offre due visioni diverse e complementari dell’atmosfera di Lucca: la Lucca nascosta ed insolita nella fotografia di Alessandro Giuliani ed i paesaggi aperti dell’intatta campagna lucchese nella Pittura di John Vander.

1-FB-inside-lucca-vander  FB-inside-lucca-3-livin_art

 

 

 

 

 

 

 

La serie fotografica di Alessandro Giuliani propone uno sguardo originale ed appassionato sui luoghi ed i simboli anche meno noti della città di Lucca. Giuliani si addentra in essa con un punto di vista a volte ironico, a volte ammirato, altre disincantato. La dimensione e la stampa – stile poster – delle opere esposte è insolita per l’autore ed esprime la volontà di rendere più fruibili le opere stesse.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Le serie pittorica di John Vander trae ispirazione dai paessagi immutati e privi di modernità che l’autore ha ammirato dal suo studio situato in un antico convento alle pendici delle colline lucchesi. La sua pittura apparentemente istintiva è il risultato di intuizioni che trovano la loro via di espressione attraverso un segno lineare e marcato ed un originale e sapiente uso dei colori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tutte le opere in esposizione sono in vendita sulla galleria d’arte on line www.livinart.it

Acquistare con Livin’art è facile e sicuro!

 

Laura Guadagnucci coordinatrice Livin’art – Arte da Vivere

_MG_2239