Category Archives: backstage

Geografie, esposizione di pittura e fotografia (i luoghi interiori)

geografie-esposizione-livin_art.jpg

Geografie è la nuova interessante esposizione di Via della Cervia 19 a Lucca.

“Geografia” fisica e simbolica. La fisicità della fotografia ed il simbolismo della pittura. Geografia dei luoghi e geografia del pensiero. Il bianco e nero ed il colore.

Tutte le opere esposte sono in vendita su  www.livinart.it la galleria d’arte on-line

Contenuti e tecniche diverse, contrasti che si rafforzano. L’esposizione Geografie è

 

LA SEDUZIONE DEL MARE di Angelica Pedroso 7 opere in acrilico su carta

In allestimento:

Geografie-pedroso-livin_art

Tutte le opere:

Questo slideshow richiede JavaScript.

acrilico su carta cm 43×62

La Seduzione de Mare

La Seduzione del Mare acconta la storia di donne che quando si incontrano nel mare si lasciano trascinare per i sogni e la magia dell’universo, pieno di colori e seduzione.
Ogni volta che ci avviciniamo al mare possiamo sentire la bellezza che ci ispira e la pace che ci coinvolge in pura poesia.

 

e

FIRENZE, PER UNA NUOVA ICONOGRAFIA DELLA CITTA’ di Alessandro Giuliani

opere fotografiche stampate in camera oscura e montate su cartoncino Fabriano con interventi grafici

In allestimento:

allestimento-geografie-livi

Tutte le opere:

Questo slideshow richiede JavaScript.

cm 40×30
stampa in camera oscura su carta Ilford, montata su cartoncino Fabriano cm 50x 60 con intervento grafico – ogni opera è unica

Firenze, studio per una nuova iconografia della città

i monumenti più noti della città di Firenze osservati, fotografati, “lavorati” in camera oscura e poi composti e ripensati in fase di montaggio su cartoncino.
Il risultato sono immagini contemporanee e innovative di icone classiche della splendida Firenze.

 

Fino al 28 ottobre – su appuntamento 340 4878003

Fai entrare l’arte nella tua vita, scegli le tue emozioni, investi nella bellezza dell’arte

 

 

Laura Guadagnucci – coordinatrice Livin’art Arte da Vivere

la-seduzione-del-mare-livin_art-esposizione.jpg

SalvaSalva

Fiori di Luglio, fotografia pittura e …

 

I Fiori di Luglio saranno esposti nei suggestivi locali di Via della Cervia, 19 a Lucca.

Un allestimento che unisce le opere a tema FIORI di alcuni artisti della Scuderia Livin’art. Punti di vista ed interpretazioni completamente diverse che rendono questa collettiva d’arte interessante e divertente.

Ci sarà spazio per la fotografia in bianco e nero, quella a colori, la tecnica mista, il collage, l’acquarello, la scultura.

Tutte le opere sono in vendita su Livin’art, la galleria d’arte online.

A seguire un assaggio per alcuni degli autori che espongono.

 

La fotografia in bianco e nero di Alessandro Giuliani

Serie Fotografica “Amore perduto, amore comprato

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

La fotografia a colori di Sergio Fortuna

Serie fotografica “Nature morte

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Gli acquarelli di Ilaria Perini

Serie “Il giardino nascosto

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

La tecnica mista e collage di Andrea Mattiello

Serie – in progress – “Orchidee

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Le opere esposte saranno anche altre ed in divenire …

Via della Cervia, 19 Lucca – Luglio 2017

info e visite artedavivere@livinart.it – 3404878003

Laura Guadagnucci – coordinatrice Livin’art Arte da Vivere

www.livinart.it

laura-guadagnucci-livin_art-fiori-in-arte

Fai entrare l’arte nella tua vita, scegli le tue emozioni, investi nella bellezza dell’arte

I GIARDINI DI EROS mostra fotografica

I-GIARDINI-DI-EROS-GIULIANI-FOTOGRAFIA-LIVIN_ART

Nel piccolo spazio di Via della Cervia 19 a Lucca è in corso una interessantissima mostra fotografica dell’autore lucchese Alessandro Giuliani: “I Giardini di Eros”.

giardini-eros-mostra-fotografica-livin_art-giuliani

Dal titolo è già possibile intuire il tema di questa nuova esposizione; vale comunque la pena descriverla nel dettaglio:

“I Giardini di Eros” è la tappa finale di un percorso di studio e ricerca che il fotografo Giuliani ha iniziato circa un anno fa con la vera e propria costruzione di un banco ottico in legno allo scopo di sperimentare la pratica fotografica ante-litteram.

Studio1

Il richiamo al passato che questa macchina suggerisce, l’amore per l’arte e la ricerca di una suggestione intima hanno portato al compimento di uno dei Progetti in mostra

Collezione d’autore ‘NU’

“Preziosa collezione fotografica di nudi in cornici originali retrò ad evocare affascinanti atmosfere ottocentesche, e suggestivi richiami pittorici a Matisse e Schiele.”

Ogni immagine fotografica, realizzata col banco ottico autocostruito è unica ed irriproducibile. Infatti è stata utilizzata la carta fotografica diretto-positivo che consente di ottenere immediatamente un’immagine in positivo.

 

A questo punto accade un passaggio tecnico: l’utilizzo di banco ottico professionale, ed un passaggio tematico: le nature morte, i fiori.

 

Nasce e si compie l’altro Progetto fotografico in mostra

Amori perduti, amori comprati

“Storie di amori finiti, fiori gettati poi ritrovati. Nature morte ancora vive di fiori abbandonati nei cestini dei rifiuti di città, oppure regalati.”

Dieci suggestive immagini di fiori che ben si raccordano con i nudi su poltrona fiorita, sia per la tematica dell’eros e della sensualità sia per l’unicità della realizzazione tecnica.

 

La ricerca fotografica è ancora in corso con una nuova produzione di opere fotografiche uniche su carta Fabriano – sempre a tematica fiori ed eros –  realizzate con la tecnica a pennello su gelatina.

Opere uniche che richiamano antichi stili pittorici e litografici.

La fotografia ha grande potenziale espressivo in virtù di notevoli competenze tecniche come quelle del fotografo Giuliani; quando a questo si aggiunge una spiccata sensibilità artistica si ottengono suggestive opere fotografiche come quelle che Livin’art propone in mostra fino al 17 giugno.

Per info e visite artedavivere@livinart.it 3404878003

Vi aspettiamo!

Su Livin’art le opere di Alessandro Giuliani

 

“fai entrare l’arte nella tua vita, investi nelle tue emozioni con Livin’art!”

 

Laura Guadagnucci – Coordinatrice Livin’art Arte da Vivere

laura-guadagnucci-livin_art-mostra-fotografica.jpg

 

 

 

il-gioco-della-fata-1-argin

Nuovi, audaci, stili fotografici

Livin’art non smette di cercare nuove forme di espressione artistica che suscitino interesse e soddisfino il desiderio di novità, originalità, bellezza che alberga in ciascuno noi.

“Il progetto fotografico METAMORFOSI di Fabrizio Arginetti unisce una profonda ricerca estetica ed artistica alla fantastica creatività del genere FANTASY dando luogo ad opere fotografiche ricche di fascino”

La fotografia, quando si unisce alla creatività, è probabilmente il linguaggio che più si avvicina ai nostri gusti di uomini e donne contemporanei. Il mezzo fotografico ben si presta ad una ricerca artistica ed estetica avanzata: la fotografia è come un quadro, la carta fotografica è la tela, il fotografo è l’autore competente e creativo.

“METAMORFOSI”, del fotografo bolognese Fabrizio Arginetti , è l’ultimo interessante ed affascinante progetto che Livin’art propone.

In Metamorfosi la fotografia è un vero e proprio crocevia stilistico dove la classicità del ritratto in studio – con rimandi all’arte fiamminga dell’ ‘800 – incontra la creatività fantastica del genere fantasy senza comunque tralasciare lo sguardo sul presente.

I toni profondi dei rossi e dei neri e la fedele riproduzione degli abiti si unisce a soggetti ed oggetti che richiamano il Fantasy, i suoi miti ed i suoi mondi immaginari. Un crogiuolo di stimoli diversi ma non contrastanti che non può lasciare indifferente lo spettatore, anzi lo attrae per la molteplicità di suggestioni contemporanee.

L’ impeccabile ricerca estetica dell’autore , la sua chiara competenza e lo spiccato senso artistico rendono queste immagini fotografiche delle opere ricche di fascino e mistero che non ci stanchiamo di guardare.

 

Sono infatti immagini ricche di citazioni e rimandi all’arte del passato pur parlandoci dell’enigmaticità del presente in un continuo dialogo fra realtà e fantasia.

Le opere della serie METAMORFOSI di Fabrizio Arginetti sono disponibili ed acquistabili on line Galleria d’arte on line Livin’art Arte da Vivere  / info artedavivere@livinart.it

 

Laura Guadagnucci – Coordinatrice Livin’art – Arte da Vivere

laura-guadagnucci-livin_art-blog

” Fai entrare l’ ARTE nella tua VITA, scegli le tue EMOZIONI, investi nella BELLEZZA dell’arte “

 

 

 

Emozioni e luce di “Un Luogo Neutro”

Un Luogo Neutro, progetto fotografico di Franco Sortini

Il paesaggio urbano è oggetto di indagine di artisti e fotografi.

Lo sguardo preciso e carico di affetto di chi cerca in esso significato ci aiuta alla comprensione ed alla valorizzazione dei luoghi che ci circondano.

E’ il caso del Progetto Fotografico “Un Luogo Neutro” di Franco Sortini che Livin’art ha avuto il piacere di proporre.

Un punto di vista che vuole allontanarsi dallo scontato per restituire la bellezza e soprattutto l’atmosfera di luoghi apparentemente marginali, che hanno invece in sè forti valenze e valori.

Lo sguardo fotografico di Franco Sortini è molto impegnato, si avverte la concentrazione e la volontà di cogliere nei luoghi e nelle  architetture il vissuto umano che li anima, pur non comparendo mai nessuna figura umana.

E’ probabilmente da qui che scaturisce il fascino di queste immagini, da un senso di sospensione, come se qualcosa fosse appena successo, come se qualcuno fosse appena passato. Franco Sortini sembra aver scattato subito dopo che un’emozione abbia abitato quel luogo, trattenendola.

Anche la luce è importante protagonista delle opere di Franco Sortini.

La luce è libera, mai sottaciuta, a voler mostrare la prepotente naturalezza di certi luoghi, naturalmente inondati da una forte luce che li rende oltremodo sinceri.

Fai entrare l’arte nella tua vita, scegli le tue emozioni, investi nella bellezza dell’arte

Laura Guadagnucci

WEBlauraguadagnucci2

Coordinatrice Livin’art – Arte da Vivere

L’astrattismo luminoso di F. Belaubre

Frederic Belaubre è un poliedrico artista parigino. Svolge la sua attività in un caratteristico atelier in Rue Cyrano de Bergerac nella città di Parigi.

fred3

La sua produzione artistica spazia dall’acquarello all’olio su tela, da dipinti astratti/ onirici a delicate ed espressive raffigurazioni della natura, degli animali, del paesaggio.

Frederic vive la pittura come un atto di conoscenza, come il risultato di una personale ricerca, come continui tentativi di trasfigurare una realtà sempre mutevole.

La sua intenzionalità espressiva si manifesta maggiormente con le opere della serie TRASPARENZE.

transparence1-frederic-bela

Trasparenza 1, olio su tela cm 116×81

Un avvicente Astrattismo Luminoso pervade le tele ad olio dove si diffono delle affascinanti e luminose trasparenze.

Le opere di Frederic Belaubre sono già ben quotate sul mercato d’oltralpe dove sono state esposte presso la Galleria New Image di Parigi.

Livin’art propone alcune delle opere della serie TRASPARENZE, ricordando che acquistare arte è dare valore alle proprie scelte.

transparence2-frederic-bela

Trasparenza 2, olio su tela cm 116×81

Trasparenza 3 e Trasparenza 4

Trasparenza 5 e Trasparenza 6

www.livinart.it

info artedavivere@livinart.it

 

Laura Guadagnucci, coordinatrice Livin’art – Arte da Vivere

weblauraguadagnucci6

L’acquisto di un’opera d’arte è un investimento di valore che arricchisce la vita

“Spirituality…Again”, opera dopo opera

Opera dopo opera l’esposizione Spirituality si è arricchita ed abbellita. 6 autori per 6 idee di Spiritualità.

La mia idea iniziale riguardava solamente due opere: una accanto all’altra si sono valorizzate reciprocamente esaltando la carica spirituale di ciascuna.

“San Marco” di Marcos de Oliveira, acrilico su tela cm 100×80

e

“Lo Schiavo” di Alessandro Giuliani, stampa fotografica in camera oscura tecnica gelatina a pennello su carta da incisione, cm 60×50 Opera unica

Fra esse si è avviato un “dialogo” che, a partire dalle evidenti differenze di stile e di ricerca, è arrivato ad espimere interessantissime assonanze. Da qui il fascino della insolita esposizione con le sole due opere.

spiritualita2-cervia-lucca-

Successivamente il mio spazio  mentale si è ampliato, dando accesso a nuovo spazio fisico per ospitare opere di altri autori che ancora ruotassero attorno al forte nucleo centrale – la spiritualità – delle due opere esposte inizialmente.

Facilmente ho scoperto che altri autori della Scuderia Livin’art avevano prodotto nel tempo opere dalla forte connotazione spirituale.

La prima nuova opera ad aggiungersi a Spirituality è stata “Angelo”  l’acquarello di Fabrizio Barsotti . Un acquarello insolito per l’autore, data la sua produzione ricca di una fantasia molto colorata, comunque presente da tempo nella sua produzione. Si è subito ben collocato in una nicchia, esprimendo pienamente la sua particolare spiritualità.

angelo-schiavo-san-marco-sp

Poi è stato di nuovo il turno del fotografo Alessandro Giuliani che si è ricordato di una fotografia molto speciale dal titolo “La Preghiera”. In questo caso la commistione tra sacro e profano ha aggiunto fascino e mistero al tema principale, la spiritualità.

prayer-angelo-schiavo-san-m

Non era difficile immaginare che fra i lavori di Andrea Bucci potesse esserci un’opera che ben si inserisse nell’esposizione: tutte le opere di Bucci rimandano ad un che di etereo e celestiale. Ed ecco, infatti, individuato “Angelo”che si è inserito fra le opere presenti con grande armonia aggiungendo lo spessore estetico della Scultura.

La produzione artistica di Andrea Mattiello è ormai arrivata a toccare ambiti espressivi di diversa natura. Non avevo motivo di dubitare che anche Andrea avesse fra le sue opere una o più tele a tema. Così è stato, e “Love is my resurrection” è stato portato in Via della Cervia 19. La sua posizione l’avevo da tempo immaginata ed infatti da subito si è armonizzato con le opere già presenti.

spirituality-livin_art

La serie di opere fotografiche “Fiumi” di Marco Messina hanno una forte valenza spirituale. Infatti il tema è il Fiume inteso come scorrere del tempo, della vita e della natura. L’acqua è spiritualità e “Per sora aqua” è l’opera che più la rappresenta. E’ stata scelta ed è stata l’ultima opera aggiunta a Spirituality.

per-sora-aqua-messina-spirituality-livin_art

 

“Spirituality” esposizione d’arte a Lucca, Via della Cervia 19

6 autori per 6 idee di SPIRITUALITA’

Open Day sabato 4 febbraio 2017 h 17/20

con la presenza della Guardiana Angelica di Michaela Kasparova, anche lei in tema di Spiritualità!

angelica-kasparova-livin_art

 

Laura Guadagnucci, coordinatrice Livin’art Arte da Vivere

lauraguadagnucci-livin_art2

 

 

 

 

Spirituality, insolita esposizione d’Arte

spirituality2-de-oliveira-giuliani-livin_art-lucca

“Spirituality” è l’esposizione Natalizia Livin’art.

L’esposizione d’arte “Spirituality” è  allestita dal 23 dicembre 2016 al 6 Gennaio 2017 presso lo Spazio Espositivo di Via della Cervia 19 in Lucca. L’ Open Day è previsto per venerdì 30 dicembre 2016 dalle ore 17.00 alle ore 20.00. E’ visitabile tutti gli altri giorni, su appuntamento, sempre dalle 17 alle 20.

Un allestimento insolito, dove le opere esposte sono due.  Si tratta di due opere diverse per contenuto e forma espressiva. C’è un elemento che le unisce fortemente e fa sì che l’accostamento sia sinergico ed affascinate: l’energia come tensione spirituale.

Il fascino scaturisce dal contrasto, che l’energia creativa espressa nelle due opere trasforma in armonia.

Opere Esposte

San Marco di Marcos de Oliveira, acrilico su tela (cm 100×80)

Lo Schiavo di Alessandro Giuliani stampa in camera oscura con gelatina a pennello su carta da incisione ( da Lo Schiavo Barbuto di Michelangelo Buonarroti conservato alla Galleria dell’Accademia di Firenze) già esposto in Via della Cervia nella personale di Giuliani “Michelangelo, opera unica

Il dialogo fra le due opere è serrato, la diversità le arricchisce vicendevolmente: le linee nette ed i colori forti e decisi del San Marco sono mitigati dai grigi del bianco e nero fotografico e dall’indefinitezza dei contorni data dalla particolare modalità di stampa a pennello.

Il San Marco richiama la Beatitudine, Lo Schiavo ci parla di Dannazione. Proprio per questo le due opere traggono grande beneficio dalla loro vicinanza.

La forte tensione spirituale e l’energia che ciascuna opera ha in sè ci mette di fronte ad una esposizione d’arte di grande impatto estetico ed espressivo oltre che di fronte ad un forte senso di sacralità, come si conviene in questo periodo, Natale.

Il sacro è insito in ciascuna delle due opere:

San Marco è venerato da varie chiese cristiane: cattolica, ortodossa, copta. Inoltre il contesto sociale dell’artista brasiliano de Oliveira è dominato da una forte coscienza religiosa. L’arte di Marcos de Oliveira vuole trasmettere l’energia capace di trasformare la realtà, un potere che solo l’arte può esprimere.

Lo Schiavo Barbuto – rappresentato dal fotografo Giuliani – è uno dei sei Prigioni che Michelangelo realizzò per la tomba di Giulio II  (non furono mai utilizzati). Il caratteristico stato “non finito” dell’ opera dà un senso di energia vibrante come il protendere della figura umana verso la libertà dalla pietra grezza. La stampa fotografica a pennello aggiunge nuova energia a quella antica, rimasta nella pietra.

Per finire il pensiero del Nobel sudamericano Gabriel Garcìa Màrquez:

La cultura è la forza totalizzante della creazione: l’utilizzo dell’intelligenza umana

 

Spirituality – Esposizione d’arte Via della Cervia, 19 Lucca
23 Dicembre 2016 – 6 Gennaio 2017
www.livinart.it

Laura Guadagnucci – Livin’art Arte da Vivere

spirituality-guadagnucci-livin_art

 

14037764_1739171323000009_432584373_o

Le Ninfee, fiori d’acqua – Un giardino in città

L’ultima mostra presso lo Spazio Espositivo in Via della Cervia, 19 a Lucca ha avuto come tema le Ninfee, i fiori d’acquaL’autore è Andrea Mattiello.

Questi originalissimi fiori esercitano un grande fascino e sono da sempre motivo di ispirazione artistica, basti pensare alle grandi opere di Claude Monet.

L’acqua è un elemento che porta con sé l’idea di nascita e di vita, ed i giardini acquatici richiamano un senso di pace e di profondità, inducendo alla riflessione.

L’ispirazione di Andrea Mattiello nasce da questo e le sue composizioni in acrilico e collage su tela esprimono una serena introversione.

 

Le Ninfee sono dei bellissimi fiori acquatici che non smettono di affascinarci.
Solitari e placidi abbelliscono piccoli e grandi specchi d’acqua. Esaltando la bellezza di certi angoli naturali ci fanno sentire in armonia con la natura.


Le opere di Andrea Mattiello suggeriscono sensazioni fluide e leggere come l’acqua, i fiori ed i pensieri:
stralci di carta sapientemente composti sulla tela richiamano i leggeri movimenti d’acqua, i riflessi, le ombre ed i colori di quelle preziose porzioni di mondo che sono i giardini acquatici.”

 

L’ esposizione di Via della Cervia ha valorizzato le opere di Andrea: le giuste dimensioni e proporzioni dello spazio hanno fatto “uscire” l’atmosfera tipica di un giardino appartato e silenzioso.

 

L’ispirazione di Andrea Mattiello non si è conclusa ed ha appena realizzato tre nuove opere dai titoli molto evocativi:

sole-azzurro-andrea-mattiello-livin_art-pittura

“Sole Azzurro” acrilico e collage su tela cm 20×40 – dittico

 

silenziosa-attesa-andrea-mattiello-livin_art-pittura

“Rifugiarsi nella silenziosa attesa del niente”
acrilico e collage su tela cm 50×70

 

arcipelago-azzurro-andrea-mattiello-livin_art-pittura

“Ancorerò al cuore i ricordi dell’arcipelago azzurro”
acrilico e collage su tela cm 50×70

Tutte le opere della serie “Waterflowers” sono disponibili sul sito Livin’art – Arte da Vivere!

info artedavivere@livinart.it / www.livinart.it

 

Laura Guadagnucci, coordinatrice Livin’art – Arte da Vivere

livin_art-laura-guadagnucci

 

 

 

 

Arte-musica

Atmosfere Celtiche al Temporary Art di Via della Cervia

L’ Arte è da vivere ! www.livinart.it non/solo/online

Arte da vivere è il motto del Progetto Livin’art. Cos’è Arte da vivere? E’ immergersi con tutti sensi nell’arte. E’ creare atmosfere che amplifichino la nostra naturale attrazione per l’arte, facendoci ben percepire il benessere e la soddisfazione che l’arte ci può procurare. Questo è ciò che cerchiamo di fare al Temporary Art di Via della Cervia 21 in Lucca.

Osservare un quadro in una giusta atmosfera invita ad approfondire il nostro specifico desiderio di bellezza. Un quadro, una fotografia, od un’opera in genere, ci piace perchè richiama qualcosa dentro di noi che può spingerci a possederla, acquistare quell’opera ed utilizzarla per arredare la nostra casa con la soddisfazione della scelta e dell’unicità. Acquistare un’opera unica, quadro o fotografia che sia, è un’esperienza unica che dà valore e significato alle nostre scelte.

L’altra sera, al Temporary Art di via della Ceria 21 in Lucca, si è creata una bella atmosfera che ha suscitato emozione ed amplificato la sensibilità artistica di ciascuno grazie all’esibizione del duo La Dama e l’Unicorno. L’affascinante voce di Anastasia Giusti,  accompagnanta dalla sua arpa e dalla chitarra di Daniele Ranieri, non può lasciare indifferenti soprattutto in un contesto come quello di Piazza della Cervia, fra i quadri degli artisti della Scuderia Livin’art.

Anastasia Giusti (canto, arpa celtica, flauto traverso) e Daniele Ranieri (chitarra) suonano Musica Celtica Bretone, un interessante genere di musica popolare tramandata oralmente che affonda le radici in antiche tradizioni.

Dopo la loro esibizione anche il nostro spazio artistico e le opere al suo interno si sono misteriosamente arricchite … potere della musica?

Laura Guadagnucci Livin’art – Arte da vivere